La nostra nuova casa …

Pubblicato: marzo 3, 2011 in . Freedom un essere speciale"

Il tempo trascorreva ed io mi sentivo sempre meno “ingessato”, quindi avendo riacquistato più del 70% della mia mobilità fisica ero pronto a ricollocarmi socialmente. Accettai allora un offerta di lavoro come impiegato, ma questo comportava un giornaliero allontanamento da Freedom.

Se da un lato la cosa mi inorgogliva perché tornavo a lavorare dopo più di due anni, dall’altro ero preoccupato perché abitando in un appartamento avrei tolto a Freedom lo spazio per muoversi a cui era abituata.

Risolvetti il problema rapidamente e ci trasferimmo in una porzione di villetta bifamigliare e, dato che la casa con il giardino l’avevo acquistata per lei, per la nuova abitazione fu coniato il nome di “Freedom’s House”. Certo nella nuova casa, non essendoci la piscina, Freedom non poteva più effettuare il suo bagno giornaliero, ma di sicuro avrebbe avuto un giardino dove stare quando io ero al lavoro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...